Diciassettesima tappa: da San Pedro del Pinatar ad Aguilas.

_MG_7480

Siamo a 17. Un bel risultato, però mancano ancora 600 chilometri all’arrivo e non mi posso permettere di abbassare il ritmo. Decido così di programmare altri 110 chilometri. Non male, considerando che l’altimetria mi segnala un paio di salite che potrebbero rivelarsi (e puntualmente lo fanno) abbastanza insidiose. […]

_MG_7460

_MG_7462
_MG_7467

 _MG_7472
_MG_7492 

Annunci

7 pensieri su “Diciassettesima tappa: da San Pedro del Pinatar ad Aguilas.

  1. Tullio, più vai avanti e più manca il fiato a me per te. E’ davvero un impresona, quella che stai facendo ! Ieri sera a cena parlavo di te con il mio compare di viaggio quando da Imperia siamo andati a Chieti in bici ! Dai che ormai ci sei e complimenti per il ritmo che stai tenendo. Comunque grazie a te, sono di nuovo in sella e tutti i giorni mi faccio un paio d’ore nel nostro entroterra e mentre pedalo in salita, penso che anche tu stai facendo la stessa cosa e quindi mi sembra di fare un pezzo di strada insieme a te. Buona peda-giornata ! Nazzareno

    Liked by 1 persona

  2. Buongiorno Maestro! Iniziare la giornata con la cronaca delle tue tappe è, ormai, appuntamento irrinunciabile, perché mi permette di aprire una finestra sul mondo e respirare “quasi” la tua stessa aria di conoscenze e meraviglie!
    A proposito di meraviglie…non ti meravigliare su che tipo di paese (con la minuscola!) è questo: anche sui parchi si “mangia” e chi fa rispettare le regole…ecc. ecc..
    Buenas dias!

    Mi piace

  3. caro Tullio
    grazie per condividere con noi i tuoi racconti: dopo le salitone che hai fatto ieri infide anche scrivere ogni sera diventa un impegno di non poco conto. Il tuo viaggio procede bene, a parte accrocchi e strade da trovare, ma ogni giorno fai più di 100 chilometri e la mia invidia sale……..
    E’ una bella sfida e noi ti seguiamo con piacere e con il pensiero.
    Ieri il Ministro Franceschini è stato ascoltato in Commissione Ambiente sul pdl Mobilità Dolce. Si è detto d’accordo sul sotenere e potenziare la mobilità dolce e sull’impostazione del testo. Ha proposto qualche emendamento ed aggiustamento tra cui forse utilizzare l’art bonus cioè aiuti fiscali per le piccole imprese dell’accoglienza che utizzano beni vincolati ( stazioni caselli, case cantoniere piccoli borghi) disseminati lungo i cammini le ciclovie e le ferrovie turistiche. La prossima settimana scade il termine per gli emendamenti e poi si entra nel vico del testo in Commissione.
    Sto pensando che mentre ti scrivo tu sei di nuovo in sella e solo soletto pedali…pedali…pedali…
    Alla prossima un abbraccio.
    Anna

    Liked by 1 persona

    • Grazie Anna, leggo sempre con grande piacere i tuoi incoraggiamenti. Forse dovrei sentirmi un po’ in colpa per non essere lì con voi a lavorare sulla mobilità dolce… Un pochino sì, ma questa esperienza è davvero fantastica e riesco a tenere a bada i sensi di colpa. Quando torno sarò in prima linea, prometto. Un abbraccio.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...