Il viaggio non è solo durante. E’ prima e dopo e potrebbe non finire mai.

Un viaggio non inizia al momento della partenza. Inizia con l’idea stessa del viaggio. Inizia nel preciso istante in cui si ha la consapevolezza che quel viaggio si farà. Forse non si sa esattamente quando, non si conosce bene l’itinerario, non è chiaro quando si tornerà, però si decide che si partirà. Ecco proprio quell’attimo in cui scatta la decisione è il principio  del viaggio. Al viaggio vero e proprio bisogna dunque aggiungere quella parte esaltante e piena di entusiasmo che è la sua organizzazione e preparazione.

Allo stesso modo il viaggio non finisce quando si arriva a destinazione. E nemmeno quando si torna a casa. Un viaggio, soprattutto se lo si racconta, prosegue a lungo “dopo”. Ed in particolar modo prosegue per chi ha la fortuna e il privilegio di riuscire a trasformarlo in un libro. E ogni volta che capiterà l’occasione di presentarlo, sarà il viaggio a tornare protagonista e chi l’ha fatto avrà la possibilità di rituffarsi nuovamente in quei momenti, di riviverli raccontandoli, di provare ancora una volta quelle emozioni che ormai sono dentro di te e basta poco per farle riemergere.

Il diario del mio viaggio “Alle Colonne d’Ercole” è uscito ufficialmente il 22 luglio e da allora ne ho parlato in pubblico molte volte. Ed ogni volta riassaporo le straordinarie sensazioni della mia irripetibile esperienza. Che ci siano 10 o 100 persone ad ascoltarmi poco importa. Ogni volta ho l’opportunità di condividere frammenti del viaggio con qualcuno. Sicuramente con vecchie amicizie e conoscenze, ma molto spesso questi incontri mi permettono di scoprire nuove amicizie e nuove conoscenze. Tutte persone che, come me, si appassionano dell’idea di un viaggio “lento” come il mio, anche se non necessariamente con le mie stesse modalità. Questa è la terza parte del viaggio, che regala un ulteriore arricchimento. Senza il pretesto del libro non avrei  avuto l’opportunità di conoscere e apprezzare le moltissime persone che ho incontrato negli scorsi mesi. Mi piacerebbe citarli tutti, ma rischierei di perdere qualche pezzo e allora mi limito a dire che l’appuntamento di ieri – l’ultimo dell’anno, preparato da Gazebike e Bicicletterario – non ha fatto eccezione. Grazie dunque agli organizzatori, con i quali abbiamo già in programma nuovi incontri, a cominciare dalla premiazione della quarta edizione del Bicicletterario, che sarà a Minturno il 2 giugno 2018.

Ora, salvo imprevisti, Alle Colonne d’Ercole si prenderà una pausa fino al termine della pausa natalizia. Si ricomincia a gennaio. Buone feste a tutti.

 

Tullio

Annunci

Presentazione a Bovino

All’interno del programma del IV Meeting dei docenti di Giornalisti nell’erba è stata inserita la presentazione del diario di viaggio “Alle Colonne d’Ercole”. Devo ringraziare la direttrice di GNE, Paola Bolaffio, per l’invito e i miei “gregari” per l’occasione, Ilaria Romano e Ivan Manzo, che hanno dato vita ad una gradevole chiacchierata sul mio viaggio e su molto altro. Ecco alcune foto della presentazione.